"Non abbiamo vincoli burocratici che ci uniscono. E' un impegno morale basato sulla fiducia reciproca!"

Alessandro Mengucci Area Manager Consultinvest

La ginnastica ritmica, presente a Pesaro dal 1970, continua a crescere, a formare e ad appassionare tante ginnaste.

La Gimnall S.S.D. a r.l. opera in tre diversi settori: quello di base, quello avanzato e quello agonistico, partecipando alle competizioni regionali, interregionali e nazionali, indette dalla FGI e dallo CSEN, raggiungendo ottimi risultati, grazie alla collaborazione di insegnanti qualificati.

La società ha per scopo l’esercizio, la promozione e la diffusione dell’attività sportiva dilettantistica quale fattore di benessere psico-fisico, morale e sociale, con particolare attenzione alla ginnastica ritmica e alla danza.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Bees Basketball Project è stata fondata nel 2004. Al di là del fatto che Pesaro è una città dove la pallacanestro impera, questa nuova realtà vanta un numero impressionante di iscritti ai corsi di minibasket, circa 500.
Ma il numero complessivo aumenta, se teniamo conto dei 150 ragazzi appartenenti alle categorie Esordienti e Under 14 e di un centinaio di praticanti di gruppi amatoriali collegati.

Vestono infatti l’originale abbigliamento dei Bees anche gruppi di persone appartenenti ai Tipi Tosti, Progetto Caos ed Ens che fanno dello sport, del basket in particolare, un mezzo di reinserimento sociale. Sensibili alla solidarietà, i Bees hanno aperto anche una scuola di basket in Africa, nel villaggio di Shisong, in Camerun, e spediscono con continuità materiale da gioco in Brasile e in Niger, al villaggio di Keita, gemellato con Pesaro ormai da vent'anni. L’aspetto sociale è tenuto in ampia considerazione, tanto che la società collabora attraverso iniziative sportive al sostegno di vari progetti di solidarietà.
Per i propri ragazzi, poi, vengono organizzate miriadi di iniziative, fra cui spiccano i tornei nazionali di mini-basket, la festa di Natale e la festa di fine corsi

LA STORIA DI IERI...
Erano gli ormai lontani anni ’50 quando con la Montesi iniziava l’avventura della pallavolo nella città di Rossini. Figura fondamentale e padre importante di tanti giocatori quali Paolo Corsini, Licinio Giunchi, Maurizio Vellucci ed Umberto Arzeni, fu il bravo professore Aldo Nicoletti, che riuscì a portare la squadra pesarese addirittura agli spareggi per la promozione in serie A nel 1964, in un concentramento a sei formazioni disputatosi a Napoli, che vide vincitori i rivali del Falconara. Determinante sia per l’aiuto economico che per quello logistico fu l’annessione al Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco, che alla pari di tante altre realtà italiane, quali la Tomei Livorno e la Ruini Firenze, divenne parte integrante del gruppo sportivo. L’avventura continuò tra alti e bassi, con un ultimo sussulto alla fine degli anni ’90, quando un bel gruppo riuscì ad arrivare in B2, restandoci per altre due stagioni. Da quel momento fu meno influente e partecipativo l’interesse attivo dei Vigili del Fuoco nel progetto pallavolo, che poi andrà ad esaurirsi completamente nell’estate del 2004. Qua arriviamo ai giorni nostri, con il nuovo progetto di un gruppo di giovani volenterosi, tutti nati e cresciuti nella vecchia palestra dei pompieri e nella mitica Kennedy, di prendere in mano l’eredità della vecchia società fondando il "GRUPPO SPORTIVO NUOVA MONTESI PESARO". L’obiettivo è quello di riuscire a trovare una giusta collocazione in una città, che nonostante le ultime vicissitudini, è basket-dipendente, ma al contempo lascia ampi margini di crescita, essendo Pesaro ed il suo circondario importante realtà economico-produttiva

...L'IDEA DI OGGI
Quella attuale è una società giovane (con oltre 100 tesserati di età inferiore ai 18 anni) che pone alla base del proprio progetto, l’entusiasmo e la passione per questo sport. L’idea che ci piace portare avanti è quella di avvicinare sempre più giovani e meno giovani alla pallavolo e a quella maschile in particolar modo. Nel tempo vorremmo coinvolgere sempre più ragazzi e i loro genitori, compatibilmente con gli impegni di ognuno, facendo sì che la Montesi sia la società di tutti i tesserati (atleti, allenatori e dirigenti) e dei loro amici, parenti e tifosi! La nostra filosofia si potrebbe racchiudere nel motto: "DIVERTIAMOCI... SERIAMENTE!", infatti tutti coloro che sono coinvolti in questa avventura dovrebbero avere il piacere di ‘vivere’ la pallavolo senza esasperazioni o drammi, col sorriso sulle labbra, cercando soprattutto la gioia e il divertimento dello stare in palestra, ricercando prima di tutto un’esperienza di amicizia. Allo stesso tempo, però, occorre avere la consapevolezza dell’impegno preso nei confronti di sé stessi, degli allenatori, dei dirigenti, ma soprattutto dei compagni di squadra, nonché il massimo rispetto, in campo e fuori, per avversari, arbitri e spettatori! Sappiamo che far convivere le due cose non è semplice, ma noi ci crediamo e ci proviamo ugualmente!

Visita lo store Montesi Volley su Mylogo!

MyLogo Store